Maruzzella: la pizza napoletana a Milano che resiste alle mode

Se segui Vinocondiviso con costanza sai che l’argomento pizza è piuttosto gettonato. Generalmente ti parlo di pizzerie napoletane che solo di recente si sono affacciate, con ottimi risultati, sulla scena lombarda in generale e meneghina in particolare.

Salsiccia e friarielli: pizzeria Maruzzella
Salsiccia e friarielli: pizzeria Maruzzella

Ebbene, oggi ti racconto di una pizzeria che esiste a Milano dal 1978. Si tratta della pizzeria Maruzzella a Porta Venezia, per la precisione in Piazza Oberdan, 3.

La scuola è quella napoletana e la pizza è più che discreta. Siamo ben lontani dalle recenti mode delle pizze a canotto, degli impasti maturati 50 ore, delle farine antiche o degli ingredienti gourmet.

Ci troviamo invece in presenza di una pizza classica, senza fronzoli, ma di ottimo sapore e digeribilità. In particolare, ho molto apprezzato la salsiccia e friarielli, l’unica pizza che concepisco senza pomodoro! 🙂

Il croccante amarognolo dei friarielli si sposa con la grassa dolcezza e sapidità della salsiccia. La mozzarella, piuttosto standard, stempera il tutto. La cottura è perfetta con un impasto non così idratato come tradizione vorrebbe ma che non perde di elasticità e non diventa mai croccante.

Insomma, una buona pizza che resiste alle mode del momento!

 

La pizzeria di Lissone con la P maiuscola

Per una volta parto dalla conclusione: la pizzeria P di Lissone non è solo la migliore pizzeria della Brianza, ma si posiziona ai primissimi posti anche considerando l’intera area metropolitana di Milano.
Mi sono recato in questa pizzeria avendone sentito parlare bene ma, dopo aver provato le migliori pizzerie di Milano, senza aspettative eccessive. Ed invece sono rimasto decisamente e positivamente sorpreso.

Partiamo dal menu:

Pizzeria P: il menu
Pizzeria P: il menu

Dieci le pizze a disposizione curiosamente denominate P1, P2, P3 … più 2 pizze speciali che variano mensilmente. Varietà di scelta più che sufficiente e prezzi in linea con i prezzi delle migliori pizzerie di Milano senza comunque arrivare a cifre esorbitanti.

La filosofia della pizzeria è di puntare tutto sulla maturazione dell’impasto, ovvero sulla fase successiva alla lievitazione in cui le proteine, gli amidi e i grassi vengono scomposti in elementi più semplici, rendendo l’impasto meno tenace, più estensibile e quindi più facilmente digeribile. La maturazione arriva fino a 50 ore!

E il risultato estetico e gustativo è eccellente:

Ho assaggiato due pizze: la saporitissima e forse leggermente troppo sapida P4 con pomodorini gialli, alici di Cetara, capperi di Salina, olive Caiazzane, origano di montagna, olio e.v.o. e basilico e la ricchissima ma agile pizza speciale con Fior d’Agerola, Funghi Porcini, Crema di Tartufo e Parmigiano Reggiano.

La cosa che mi colpisce di queste pizze è che, oltre agli ottimi ingredienti, l’impasto è di una leggerezza senza precedenti. Sia chiaro non è una pizza “esile”, è una pizza cotta alla perfezione ma non “panosa”, saporita ma caratterizzata da quella che, parlando di vino, definirei, bevibilità. Insomma, ne mangi una e ne potresti mangiare un’altra subito dopo.

Cosa che ho fatto 🙂 assaggiando una Margherita, chiamata P1, paradigmatica: eccellente!

Lievità: buona pizza gourmet…poco gourmand!

Preso dall’entusiasmo per la recente e traboccante offerta di pizze di qualità a Milano sto cercando di passarne in rassegna diverse. Ti ho già parlato di parecchie pizzerie in città ma non avevo ancora scritto di Lievità. Lievità è una pizzeria che ha aperto prima in via Ravizza e, più di recente e sull’onda del gran successo, in via Sottocorno.

Lievità: Pizza Montanara
Lievità: Pizza Montanara

Avevo già provato Lievità di via Ravizza e qualche giorno fa, per averne un’idea esaustiva, sono stato anche in via Sottocorno.

Ottima la pizza Montanara che ho ordinato (e diviso con il mio commensale) nell’attesa della pizza. Si tratta di una pizza fritta e poi passata rapidamente al forno condita con pomodoro San Marzano DOP, Parmigiano Reggiano DOP 24 mesi e basilico fresco.

Ottima la fattura di questa pizza: leggera e gustosa, saporita ed elegante. Insomma: non avrai alcuna difficoltà di digestione, la frittura è gestita con grande maestria.

Per la pizza successiva ho optato per la pizza Sua Eccellenza con filetti del pomodoro Sua Eccellenza, fiordilatte di Agerola e basilico fresco.

Lievità: Pizza Sua Eccellenza
Lievità: Pizza Sua Eccellenza

La pizza in questione mi ha lasciato interdetto: buona ma non al livello di altre pizzerie che a Milano propongono pizze di stampo napoletano/campano. Per un amante della pizza napoletana classica come me, trovo che questa pizza si discosti troppo dal modello che ho un mente.

E non credo sia colpa necessariamente dell’impasto ottenuto da farine di tipo 1 macinate a pietra.

Il problema principale l’ho riscontrato nella mancanza di “sapore” e golosità. Il pomodoro, la mozzarella e la base: tutto era molto delicato e non così saporito, come se vi fosse una mancanza di sale. L’impasto non aveva l’elasticità tipica della pizza che amo né la stessa leggerezza.

La prossima volta che mi recherò da Lievità sceglierò una pizza più “estrema”, con ingredienti più decisi e saporiti. E’ questa la categoria di pizza in cui il pizzaiolo Giorgio Caruso si sta cimentando con più successo.

Miracolo a Milano: la Verace di Rossopomodoro LAB è la pizza definitiva

Sono ormai molte le pizzerie napoletane a Milano e te ne ho parlato abbastanza spesso: Starita, Sciuscià, Marghe, Lievità, Olio a Crudo e molte altre. La qualità elevata di queste nuove aperture è data da una cura artigianale dell’impasto, da un’attenta selezione degli ingredienti (spesso vere e proprie chicche gourmet) e da un numero di coperti piuttosto contenuto (con un turnover sempre elevato però!).

Mi sono recato quindi da Rossopomodoro LAB con qualche pregiudizio e molta curiosità: avevo letto benissimo delle pizze di Vincenzo Capuano ma, mi chiedevo, come farà a conciliare la cura per l’impasto e gli ingredienti con i grandi numeri di una catena?

pizza-rossopomodoro-lab

Ebbene, devo dirti che al barbuto pizzaiolo Vincenzo Capuano la quadratura del cerchio è riuscita.

La pizza che vedi in foto è la Verace, una sorta di supermargherita: cornicione alto e arioso (come stile siamo dalle parti dell’ormai famoso “canotto”), impasto classico e leggero, elastico ma non gommoso, estremamente digeribile. Il sapore del pomodoro pervade e sorprende la bocca al primo assaggio, all’acidità della salsa fa da contrappunto la dolcezza della mozzarella di bufala campana DOP. La sapidità del grana che fa l’amore con l’aromaticità dell’olio EVO penisola Sorrentina DOP  e del basilico chiude l’assaggio in un tripudio di sapore.

E’ sempre difficile stilare classifiche ma è una delle migliori pizze che abbia mai mangiato, non solo a Milano.

Rossopomodoro LAB
Viale Sabotino, 15 – Milano
Tel. 0258328501

Pizza napoletana “verace” anche a Milano: Sciuscià.

Ti ho già parlato qualche tempo fa del trend inarrestabile di aperture e inaugurazioni di pizzeria napoletane a Milano (post precedenti su Marghe e Starita).

Oggi ti parlo invece di una pizzeria napoletana che ha aperto a Milano in tempi non sospetti (2010) e che da allora propone la miglior pizza “verace” della città. Cosa intendo per “verace”? Intendo una pizza napoletana classica, sia nel prezzo (basso) sia nella fattura, che non aspira ad essere gourmet, che non è farcita di ingredienti preziosi, che non è arredata con mobili di design e che, peraltro, non viene mai citata dai tanti blog che parlano di cibo e ristoranti.

Si tratta di Sciuscià sita in via Procaccini 73 a Milano (hanno aperto poi un secondo locale in via Moscova 48).

Pizzeria Sciuscià a Milano
Pizzeria Sciuscià a Milano

Sciuscià è in realtà un ristorante / pizzeria, quindi potrai portarci anche la moglie in lotta contro i carboidrati 🙂

La pizza è aderente a quanto si può mangiare in molte pizzerie popolari di Napoli: molto digeribile e cotta alla perfezione.

Ho avuto modo di assaggiare sia la pizza salsiccia e friarielli molto saporita (peccato per un pizzico di sale di troppo) sia la classica e didascalica pizza margherita.

 

Adiacente alla pizzeria si trova la pasticceria di Sciuscià dove potrai assaggiare il babà napoletano, la pastiera, il savarin alle amarene …

Babà napoletano
Babà napoletano

Auspico che – accanto alle numerose pizzerie “di alta gamma”, caratterizzate da pizzaioli mediatici, lunghe lievitazioni, utilizzo di farine particolari ed impasti futuribili – a Milano aprano molte altre pizzerie come Sciuscià!